INCI: l’importanza di saper leggere gli ingredienti dei cosmetici

 

icon1

INCI: l’importanza di saper leggere gli ingredienti dei cosmetici

  alterazionni venose linfatichePer acquistare i prodotti beauty in modo consapevole bisogna conoscere le sostanze che li compongono, per questo motivo è importante saper leggere l’INCI.

Alcune sostanze contenute nei prodotti cosmetici possono provocare irritazioni, allergie o, in alcuni casi, interferire con il nostro sistema ormonale rilasciando sostanze nocive. In altri casi si tratta di ingredienti, che seppur non dannosi per l’uomo, rappresentano un rischio per l’ambiente cioè non sono ecocompatibili.

Cos’è l’INCI? L’International Nomenclature of Cosmetic Ingredients (INCI) è la denominazione internazionale utilizzata per indicare, nell’etichetta di ciascun prodotto cosmetico, tutti gli ingredienti presenti al suo interno. È utilizzata nei paesi membri dell’Unione Europea, ma anche in altri paesi fra cui USA, Brasile, Russia, Canada e Sudafrica. Riportare tutti gli ingredienti in etichetta è diventato obbligatorio nel 1997, per una totale trasparenza e tutela dei consumatori. Quindi impariamo ad essere consapevoli e a conoscere cosa ci spalmiamo quotidianamente sulla pelle.

Come leggere l’INCI. Nell’etichetta di ogni prodotto gli ingredienti sono sempre riportati in base alla quantità di sostanza inserita nel cosmetico in fase di preparazione. L’ingrediente contenuto in quantità maggiore sarà il primo ad essere riportato, gli altri vengono elencati in ordine decrescente.

I nomi degli ingredienti sono indicati in inglese, le scritte in latino si riferiscono ai componenti vegetali o presenti nella farmacopea. Le diciture latine possono essere eventualmente seguite dalla parte di pianta usata e dal tipo di derivato, entrambi scritti in inglese. Per esempio, l’olio di mandorle dolci è indicato come “Prunus Amygdalus Dulcis Oil”, il burro di karitè come “Butyrospermum Parkii Butter”, ecc.

I composti aromatizzati e odoranti e le loro materie prime, sono riportati rispettivamente con i termini generici di “aroma” e “parfum”. Le sostanze aromatizzanti e odoranti che sono state invece definite come potenzialmente allergizzanti e la cui esplicita indicazione è obbligatoria per legge, sono indicate con le loro specifiche denominazioni, di seguito ai termini “parfum” e “aroma”.
I coloranti artificiali seguono la lista internazionale denominata Colour Index International e sono designati con la sigla CI seguita da un codice numerico identificativo composto da 5 cifre (Es: CI 77288).

L’ideale sarebbe preferire cosmetici che non contengono siliconi, petrolati, polietilenglicoli, EDTA, ftalati e sostanze che cedono formaldeide.

Perché è importante conoscere l’INCI? Essere in grado di leggere l’etichetta di un prodotto è utile per avere consapevolezza di ciò che utilizziamo sulla nostra pelle. Insomma, ci dà un’anteprima del prodotto, ma non ci dice se gli effetti sulla pelle saranno validi. Per questo motivo, per dare un giudizio completo su un prodotto bisogna testarlo, sentirne la texture, il profumo e gli effetti che provoca, perché un cosmetico seppur con un buon INCI non è detto che sia adeguato a tutti i tipi di pelle.